L’essicazione e la conservazione dello zafferano


Per consentire l’essicazione e la conservazione dello zafferano,
gli stigmi vengono sistemati distanziati sui ripiani degli essiccatori.

L’essiccazione deve avvenire a temperatura compresa tra i 35°- 45° C e determina una perdita di peso di circa 1/5.

La droga va conservata in contenitori ermetici affinché all’interno residui la minor quantità d’aria possibile.

Gli stigmi sono sensibilissimi all’umidità ed alla luce, perciò i contenitori oltre che ermetici debbono essere opachi.

Il Video, prodotto dallo Zafferano Group per la regia di Pj Gambioli (janas Tv) approfondisce il tema relativo alla Essicazione e Conservazione. Ce ne parla Patrizia Gungui titolare dell’azienda Serconi di Mamoiada
Musiche sigla zafferano: Serena Giannini – feat: Roberto Paci Dalo

Zafferano Group

http://www.zafferanogroup.com

https://zafferanogroup.wordpress.com/

Ass.ne culturale janas
http://www.associazioneculturalejanas.com

Annunci